Vita S. Fulgentii episcopi

Envoyer Imprimer

Vita S. Fulgentii episcopi, éd. Antonino Isola, Turnhout, 2016.

Éditeur : Brepols
Collection : Corpus Christianorum Series Latina (CCSL 91F)
245 pages
ISBN : 978-2-503-56820-1
155 €


La Vita Fulgentii, completa o esito di una copia inizialmente completa, è oggi conservata in quarantadue manoscritti databili tra l'VIII e il XV sec. Altri testimoni presentano un testo diversamente concepito. La copiosa tradizione della biografia deve molto alla fortuna delle Vitae/Passiones sanctorum improntate sul perduto Liber de nataliciis di Cîteaux. Esisteva per altro una circolazione remota della biografia in codices non concepiti o solo parzialmente concepiti come raccolta di modelli esistenziali di edificazione. A partire dall'editio princeps di Laurentius Surius (Coloniae Agrippinae 1570), l'unica edizione dichiaratamente impostata con la pretesa di rispondere a principi di moderna scientificità filologica è quella di G.G. Lapeyre (Paris 1929), accolta non di meno con molte giustificate riserve. Il testo qui preparato per la Series Latina del Corpus Christianorum discende dalla collazione e recensione sistematica di tutti i manoscritti oggi noti, dei quali attraverso l'apparato critico è possibile ricostruire ogni particolare, quando non siano codices descripti o inutiles.
Poiché nessuno dei manoscritti che tramandano la Vita Fulgentii reca il nome del suo autore, i primi editori pubblicarono l'opera come adespota; ma l'attribuzione al diacono Ferrando di Cartagine non tardò a insinuarsi, difesa con decisione specialmente da F. Chifflet (Divione 1649) e infine da G.G. Lapeyre (Paris 1929). Non di meno, A. Isola respinge tutte le presunte argomentazioni a favore della paternità ferrandiana dell'opera e suggerisce anzi che la Vita Fulgentii sia stata scritta dal monaco Redemptus di Telepte, verso il quale convergono varie considerazioni.


Source : Brepols

 

Inscription à la lettre d'informations



Recevoir du HTML ?

Identification