Sulpice Sévère, Chronica

Envoyer Imprimer

Sulpice Sévère, Chronica, Turnhout, éd. Piergiorgio Parroni, 2017.

Éditeur : Brepols
Collection : Corpus Christianorum Series Latina (CCSL 63)
XXXIX-193 pages
ISBN : 978-2-503-56819-5
140 €


La presente edizione dei 'Chronica' di Sulpicio Severo, un'opera fondamentale, tra l'altro, per la conoscenza della storia delle eresie del IV sec., segna un progresso rispetto a quella di Karl Halm (1866), non solo per una rinnovata ispezione autoptica del 'codex unicus' (Vat. Pal. lat. 825 = P) che li tramanda, ma anche per un riesame del secolare travaglio critico esercitato a partire dall''editio princeps' (Basilea 1556 = b), che ha portato a significativi miglioramenti del testo. L'apparato critico negativo, estremamente sintetico, registra le lezioni di P, di b e degli ultimi due editori (Halm e de Senneville-Grave), ma rinvia alle 'Note complementari' ogni volta che la scelta effettuata necessiti di giustificazioni. All'apparato critico si affiancano altri due apparati, delle fonti bibliche e degli autori classici e cristiani, elencate poi in due distinti indici alla fine del volume. La prefazione illustra, in modo succinto ma esauriente, i caratteri di questa singolare opera (la prima storia universale cristiana), le sue peculiarità linguistiche e stilistiche che, come è noto, hanno valso all'autore l'appellativo di 'Sallustio cristiano', la storia del testo attraverso un vaglio accurato delle principali edizioni e del loro apporto all'esegesi e alla costituzione del testo, infine i criteri che hanno presieduto all'edizione dell'opera.


Piergiorgio Parroni è professore emerito di Filologia classica presso la “Sapienza” d Roma. I suoi studi hanno privilegiato i geografi latini (Vibio Sequestre e Pomponio Mela) e la scienza romana in rapporto a quella greca ('Naturales quaestiones' di Seneca), ma riguardano anche altri settori della letteratura latina, dall'età arcaica a quella post-classica (in particolare Marziale) e tarda ('Anthologia Latina', Massimiano, Tertulliano, Ammiano). È direttore della rivista internazionale di studi classici "Res publica litterarum".

 

 

Source : Brepols